Tatuaggio Blackwork Milano – Tattoo Blackwork Milano Stile Blackwork

Tatuaggio Blackwork Milano – Tattoo Blackwork Milano Stile Blackwork

Tatuaggio Blackwork Milano - Tattoo Blackwork Milano Stile Blackwork 00001

Tatuaggio Blackwork Milano – Tattoo Blackwork Style Milano

Tatuaggio Blackwork, Street Style Tattoo Milano. A causa della loro prevalenza, popolarità ed estetica apparentemente arbitraria, i tatuaggi tribali sono spesso visti come una fugace moda di tendenza nel mondo del tatuaggio. Tuttavia, all’insaputa di molti, questi distintivi tatuaggi blackwork vantano in realtà storie, simboli e significati.

Caratterizzati da audaci riempimenti neri e motivi distintivi che vanno da vorticose spirali a blocchi che seguono ed enfatizzano l’anatomia del corpo, questi tatuaggi sono radicati nella storia polinesiana e, tradizionalmente, sono profondamente simbolici.

Qui, esploriamo questo affascinante fenomeno per tracciare l’origine e l’evoluzione della pratica del tatuaggio blackwork grazie all’esperienza dei tatuatori di Street Style Tattoo a Milano.

Tattoo Blackwork – Cos’è un tatuaggio blackwork?

Un tatuaggio blackwork è un opera di body art resa in solidi blocchi di inchiostro nero. Di solito, questi tatuaggi sono composti da motivi astratti e forme geometriche, anche se alcuni presentano forme figurative e scene e soggetti riconoscibili..

Storia del tatuaggio Blackwork – Tattoo Blackwork origine polinesiana

Come la maggior parte delle tradizioni del tatuaggio, la body art blackwork risale a secoli fa e da allora si è evoluta in una forma d’arte contemporanea .
ORIGINE POLINESIANA
L’esistenza dei tatuaggi blackwork risale all’inizio della tradizione millenaria del tatuaggio. Originariamente, l’arte del corpo completamente nera era impiegata dalle antiche tribù polinesiane come un modo per comunicare le loro identità (inclusa la posizione sociale e il lignaggio), nonché le loro credenze religiose e idee di guerra.
Proprio come i “tatuaggi tribali” moderni, questi pezzi simbolici e sacri erano costituiti da simboli e immagini minimaliste, nonché da bande e motivi geometrici (vale a dire, triangoli o altri moduli che vanno poi a formare i numerosi pattern)

Storia del tatuaggio Blackwork – Tattoo Blackwork origine polinesiana

TATUAGGI BLACKWORK A MILANO – ADATTAMENTI OCCIDENTALI DEL BLACKWORK

Dal 18° secolo, questi tatuaggi di ispirazione polinesiana si sono dimostrati popolari nella cultura occidentale. Nel 1769, l’esploratore britannico James Cook si recò a Tahiti, dove rimase affascinato dai tatuaggi delle tribù e successivamente introdusse la classe operaia europea al fenomeno. Secondo lo Smithsonian , “I marchi divennero poi di moda tra gli europei, in particolare nel caso di uomini come marinai e minatori di carbone”.

Questo stile di tatuaggi ha prevalso per tutto il XIX e il XX secolo, poiché ha continuato ad essere favorito da lavoratori e individui di classe inferiore.
In particolare ricordiamo il lavoro del tatuatore Leo Zulueta il quale ha speso la sua carriera a studiare e reinventare uno stile di blackwork slegato dalle tradizioni e i simboli tradizionali delle culture polinesiane.
Oggi tutto può influenzare questo stile, dalle opere geometriche di M.C Escher agli studi fantascientifici di natura anatomica di Giger.

Scegliere il giusto artista per il proprio tatuaggio tribale è importante, l’artista può spiegare il significato dei propri lavori ai clienti con le corrette chiavi di lettura che nel caso dello stile tribale hanno connotazioni ben precise.

Richiedi informazioni sui tatuaggi tribali ai nostri artisti

Ti risponderemo al più presto per darti tutte le informazioni che vi servono su questo genere di tatuaggi.

    Accettazione trattamento dati personali

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *